Search
  • PAOLO LAURIA

Vinitaly 2018... ma si può leggere win Italy!

Updated: Mar 19, 2019

Republished.


Arrivato alla sua 52ma edizione, il Vinitaly è sempre più un successo e soprattutto un megafono per l’industria italiana del comparto vino.

128 mila visitatori, tra operatori, giornalisti e wine lovers, provenienti da più di 140 nazioni con presenze in crescita in particolar modo da due mercati strategici come Stati Uniti e Cina.

4.380 le aziende espositrici che, anche grazie alle sezioni Enolitech ed International, rappresentano più di 36 paesi differenti.

Numeri impressionanti ma che da soli non spiegano da soli la qualità delle proposte provenienti da ogni regione del nostro Paese.

Regioni che come il Friuli, la Puglia e l’Alto Adige si organizzano sempre meglio per mostrare al mondo le proprie eccellenze ricorrendo a forme comunicative sempre nuove, proponendo una immagine fresca ma al tempo stesso professionale, offrendo degustazioni ed esperienze che rapiscono il visitatore in un viaggio che dai terroir arriva al bicchiere.

Questa edizione del Vinitaly, ci spiega in poche parole perché L’Italia è il secondo Paese al mondo per l’export e quanto potenzialmente la crescita dell’Italia in questo mercato possa essere ancora più grande nonostante la crisi economica.

Accanto a vini già conosciuti ed apprezzati in tutti il mondo come quelli del Consorzio del Chianti Classico, che in questa edizione ha presentato un interessante percorso sensoriale ed offerto incontri sugli aromi del territorio, emergono con prepotenza, aziende, consorzi e vitigni sino ad ora poco conosciuti nel panorama internazionale. In questa edizione vitigni come il primitivo, il cortese, il grillo sono stati presentati agli operatori internazionali al meglio, preparando il terreno al mercato di domani.

Questa edizione ci mostra dunque un’Italia con una voglia di crescere ulteriormente in ambito internazionale, con coraggio anche nei modi di farsi conoscere e comunicare e questo, ancora una volta grazie anche a questo grande evento che è il Vinitaly e che non smette mai di sorprenderci.

Ancora una volta sono solo gli aspetti della logistica ed un’organizzazione a tratti forse un po’ complessa, anche nelle proposte e nell’immagine a dover ricevere dei correttivi… ma forse stiamo veramente cercando solo il pelo nell’uovo perché in fondo quello che conta è un evento che segna il trionfo e la crescita del vino nostrano.


0 views

©  Wine Revolution is a registered trademark, and any content published on this website by administrators is protected by international laws.

"Wine 360" (W360) is a registered ® design, protected by international copyrights.

wine revolution srls

product, services, and experiences

P. IVA 06619020487

info@wine-r-evolution.com

  • White Facebook Icon
  • White Twitter Icon
  • White Instagram Icon
  • White LinkedIn Icon
  • White YouTube Icon